Holderlin w Ambra

Io capii il silenzio del Cielo,
io non ho mai capito la parola umana.

Friedrich Hölderlin, Quand’ero ragazzo

Le mani potenti del fato lo strapparono dal mondo, da dimensioni troppo piccole per lui, lo spinsero oltre il ciglio dell’intelligibile verso la follia, nel cui benigno, diletto abisso, inondato di luce, popolato di fuochi fatui, egli sprofondò col suo peso di gigante, per assopirvisi in dolce, perpetua distrazione e oscurità.

Robert Walser, Hölderlin”, Vita di poeta